www.alcazone.com - il mio modellismo

Modellismo Fantasy


Tartalca

Step by Step autocostruzione.




Miniatura: Autocostruita
Materiali: Filo di ferro, carta stagnola, stucco bicomponente (Apoxie e Magic Sculpt)

Trovo le tartarughe animali tenerissimi e simpatici e visto che ormai da una decina fanno parte della mia vita mi son detto: "perchè non farne una che faccia parte anche del mio mondo modellistico?"
Da qui l'idea di realizzare una tartaruga un pò in stile cartone animato più comica che realistica... ed ecco qui la mia tartarughina, soprannominata (provvisoriamente o forse definitivamente) Tartalca.



Attrezzi & Materiali:

- pinze a punta piatta
- pinze a punta arrotondata
- tronchesino

- stucco bicomponente




FASE UNO - Armatura

L'armatura è realizzata in filo di ferro di 1mm di spessore, adeguatamente piegato nella forma di "tartarugha".
Con due spezzoni ho realizzato le gambe, mentre con un unico spezzone di filo ho creato lo scheletro che va dalla coda fino a formare il muso.
La sagoma del carapace (il guscio) è stata sempre realizzata con due spezzoni piegati a "mezzaluna".
Inizialmente ho effettuato le opportune prove a secco dello scheletro, (prime tre foto) per valutare e capire se le proporzioni e la posa fossero soddisfacenti, (in questa fase il tutto è tenuto insieme dalla pasta adesiva rimovibile "patafix") dopodichè ho bloccato lo scheletro con alcune palline di stucco bicomponente.

clicca sulle immagini per ingrandirle





FASE DUE - Riempimento armatura

Per dare leggerezza al lavoro finale e per non sprecare inutilmente dello stucco, ho realizzato il riempimento del carapace e i volumi del viso con della "carta alluminio" che si trova facilmente nei cassetti di ogni cucina ;)
I volumi di riempimento così realizzati sono stati bloccati allo scheletro con del filo di rame da 0.5mm.

clicca sulle immagini per ingrandirle





FASE TRE - Primi volumi e... si inizia a dar forma alla testa

In questa fase inizio a ricoprire lo scheletro con stucco bicomponente e creo le prime grossolane forme al corpo, così per capire e rendermi conto dei vari volumi e dove devo riempire più o meno.
Successivamente ho iniziato a modellare la testa. Per far ciò ho iniziato a depositare sulla "nuda" testa delle palline di stucco e pian piano le ho fuse tra di loro andando così a creare un primo effetto di movimento tanto per non creare una superficie perfetta che non avrebbe un senso reale.
La bocca è stata realizzata prima piena e poi lentamente scavata andando così a formare i denti, incisi con una piccola lama.
Per gli occhi ho utilizzato due sfere di plastica da 6mm (quelle che generalmente utilizzo nel mio fucile da Soft Air). Penso che la realizzazione degli occhi sia la cosa più semplice con questo metodo, perchè basta premere le sfere sullo stucco e poi riportare due piccole striscioline sopra e sotto a formare le palpebre.
La testurizzazione della pelle su collo è stata più semplice di quanto avessi creduto vedendone altre gia realizzate. Praticamente ho utilizzato un pennello di gomma (acquistato in un negozio di decoupage) che ha la forma di una lama ma ovviamente è molto più tondeggiante e morbido. Picchiettando più o meno delicatamente sullo stucco fresco si ottiene il risultato di creare tante piccole "grinze" che poi ad un secondo passaggio si fondono e mescolano dando l'effetto di una pelle molto reale, infatti l'effetto ottenuno è molto vicino alla pelle che hanno le mie tartarughe vere ;)
Le zampe anteriori, anche se gia testurizzate, verrano poi rilavorate, perchè incomplete e appena abbozzate, ho usato infatti la superficie delle gambe per provare l'effetto testurizzazione che volevo realizzare, si nota infatti dalle foto che mancano i piedi e mancano anche un pò di volumi per far si che siano più gambe che "paletti".

clicca sulle immagini per ingrandirle





FASE QUATTRO - Realizzazione del carapace

Una volta che tutto il lavoro precedentemente fatto con lo stucco è indurito posso procedere a realizzare una nuova porzione della scultura. E' infatti importante realizzare la scultura un pò alla volta, sia perchè essendo in grande scala il tempo di lavorazione è lungo e quindi preparare molto stucco porta al rischio di farlo seccare senza usare, sia per evitare di avere troppe zone di stucco morbido e quindi correre il rischio di sciupare parte del lavoro fatto toccandolo inavvertitamente.
Per realizzare la sezione superiore del carapace ho realizzato una palla di stucco che poi ho sommariamente schiacchiato con le dita creando una sfoglia grossolana e poi l'ho premuta nella posizione desiderata. A questo punto non resta che dare forma alle varie scaglie del guscio. Inizialmente ho tracciato le linee guida delle scaglie e poi con la punta piana del pennello di gomma ho iniziato a picchiettare la superficie seguento l'ordine delle scaglie così da realizzare la testura con un senso logico. Fatto questo con l'ausilio di un chido ho realizzato le "grinze" attorno ad ogni scaglia, lavoro lungo e non particolarmente divertente, ma di grande effetto finale.
Con lo stucco avanzato ho realizzato l'abbozzo degli arti posteriori che realizzerò in seguito.


clicca sulle immagini per ingrandirle





FASE CINQUE - in lavorazione....

Restano da realizzare i quattro arti, la coda e la sezione inferiore del guscio. Una volta che queste parti saranno compiute procederò con la rifinitura dei vari dettagli.

In questo momento sto lavorando alla scultura... prestissimo le nuove fasi corredate di foto.

continua....

Buon modellismo
Alca





torna alla sezione modellismo alcazone