Figurini


alcazone

la tunica ha ricevuto il fondo nero


le parti metalliche sono già state trattate


Monaco guerriero

Cavaliere dell'ordine di St. Jhon,
XII secolo

Produttore: Pegaso
Scala: 54mm
Colori: Vallejo - Plaka - Tamiya
Note: realizzato come da scatola, unica modifica il taglio della pelle sullo scudo

 

Descrizioni:
Come sempre un buon pezzo con punti d'unione che necessitano solamente di piccolissime scartature per combaciare alla perfezione.
Il modello è scomposto semplicemente scomposto e le uniche parti da attaccare sono la testa, la mano destra con la spada e l'avambraccio sinistro, oltre lo scudo.
La pulizia dei pezzi è piuttosto semplice, vista la qualità dello stampo.
Si realizzano dei perni per i piedi e per il braccio sinistro che dovrà sorreggere lo scudo. Dopo di che si procede alla lucidatura dell'intero figurino mediante spazzolina d'ottone montata su minitrapano e la classica "paglietta" per le stoviglie.
Per le parti in metallo ho utilizzato dei lavaggi con l'XF19 (smoke) della Tamiya che ben rende l'effetto del metallo unitamente con lavaggi molto diluiti di Nero e Terra di Siena bruciata ad olio.
Una volta trattate, le parti metalliche sono state protette con "mascol" della Humbrol ed è stata stesa una mano di primer grigio della tamiya a spruzzo.
Asciugato il primer ho riportato alla luce le parti metalliche togliendo il "mascol"
Sulla tunica ho steso il colore di base, un nero 950 vallejo più il nero della Plaka per ottenere una base opaca.
Lo scudo è stato trattato alla stessa maniera del figurino, con la sola variante dello strappo del rivestimento.
Per realizzarlo ho scavato un pò la superficie interessata con una limetta e poi ho ricoperto l'avvallamento con del milliput e successivamente mediante l'uso di una lama affilata ho praticato il taglio sul milliput simulando lo strappo della pelle che riveste lo scudo.

WORK IN PROGRESS



lo scudo con il nero di base e l'unica modifica.. il taglio della pelle

l'interno dello scudo, con il colore di fondo... e l'artigianale 'attrezzo' che uso per colorare gli scudi

torna a